back to top

20091219

HAVE HEART - SONGS TO SCREAM AT THE SUN (2008)


E' arrivato il momento di postare gli Have Heart. Dopo aver letto i testi capisco che erano :'( uno dei migliori gruppi in circolazione nella scena hardcore. Quello che i Verse hanno contribuito a creare con "Aggression", gli Have Heart ad un mese esatto di distanza l'hanno elevato al massimo cui si poteva arrivare. E, con tutto il rispetto e la gloria dovuta ai Verse, gli ha detto bene a stampare il disco per primi, perché se fosse uscito prima "Songs to Scream at the Sun", "Aggression" sarebbe passato in secondo piano. Invece è successo l'opposto. Sicuramente gli Have Heart quest'anno hanno raggiunto il picco di hype, ma appena uscito il disco si era ancora nel periodo di stordimento (in senso buono eh) causato da "Aggression". E se i Verse hanno fatto avvicinare un sacco di gente all'hardcore, ahimé parecchi si sono fermati a loro e non hanno esplorato più in profondità. Per questo sapendo che Audio_lesi è il blog più visitato dopo il sito della Casa Bianca, cerco di indottrinare il vasto pubblico che si è perso per strada.
Chi ha detto che l'hardcore se suonato da straight edge debba essere per forza positive? Chi ha detto che deve essere per forza tuppatuppa? Tempi lenti (ogni tanto qualche sfuriata è di dovere, intendiamoci), voce incazzata, tante emozioni. Soprattutto rabbia. Niente politica; tutti testi personalissimi scritti da Patrick Flynn (cantante della band, trall'altro ultragiovane), che si sfoga tramite carta e penna. Non è rabbia spiattellata lì così, ma sono testi pensati e musica con il cervello. Da ciliegina sulla torta fanno i cori, lontani ed abnormi che sembrano diretti da un maestro d'orchestra. Tutto questo racchiuso in una ventina di minuti. Per me "Songs to Scream at the Sun" è il miglior disco hardcore del decennio.

Ps. Ah, manco a dirlo sono di Boston (e hanno un chitarrista giapponese). Rispetto massimo!

Lyrics

01. The same son
02. Bostons
03. Pave paradise
04. On the bird in the cage
05. Brotherly love
06. No roses, no skies
07. The taste of the floor
08. Reflections
09. Hard bark on the family tree
10. The same sun

;) (via http://watchthetapes.blogspot.com/)

4 commenti:

Regular John ha detto...

questo disco è fico, ma fico fico fico. tra aggression e stsats, però, preferisco il primo

Regular John ha detto...

però su tutti preferisco i gruppi delle cantine di vetralla che sònano 4 ore a testa

xandreax ha detto...

daje co la droga/alcohol/vomito! hardcore!

Regular John ha detto...

maledetti ridicoli

Related Posts with Thumbnails