back to top

20100110

KYLESA - "STATIC TENSIONS" (2009)

Penso seriamente che la Relapse Records non sbagli un colpo. Non ho mai sentito nulla da essa pubblicato che non fosse assolutamente strepitoso. Vista l'ammirazione musico-grafica degli ultimi tempi verso il buon John Dyer Baizley, ho ascoltato questo "Static Tensions" dei Kylesa, del quale Baizley è l'autore dell'artwork (fichissimo come tutti gli altri).
La ricetta? Prendete un 50% di hardcore new school, aggiungete una marcata vena crust alla "Vengeance" dei Tragedy, implementate con un altro 50% di buon sludge pestone/titanesco, ed ecco fatto: i Kylesa. I KYLESA, cristo.
I Kylesa sono una B-O-M-B-A.

P.S.: sappiate che la band ha due batteristi; inoltre, uno dei due cantanti/chitarristi è la dolce Laura Pleasants. Un tocco femminile alla Walls Of Jericho.

P.P.S.: coloro i quali hanno nozioni di buddhismo sappiano che il nome deriva dai Kleśā. Un punto in più.

Tracklist:
  1. Scapegoat
  2. Insomnia For Months
  3. Said And Done
  4. Unknown Awareness
  5. Running Red
  6. Nature's Predators
  7. Almost Lost
  8. Only One
  9. Perception
  10. To Walk Alone
;-) via http://thefinaltragedy.blogspot.com

1 commento:

xandreax ha detto...

sto disco l'ho sentito poco tempo fa ma poi l'ho lasciato lì da risentire e è passato troppo tempo.. mesà che è arrivato il momento.. (fica la sfumatura buddhista! non lo spaevo)

Related Posts with Thumbnails