back to top

20090808

AT THE DRIVE-IN - "RELATIONSHIP OF COMMAND" (2000)


Capolavoro. E' l' unico aggettivo che riesco ad associare a questo disco. Ogni tanto mi fermo a pensarci su ma niente, capolavoro é la sola parola che si forma nella mia mente. Comprai questo disco circa tre anni e mezzo fà a scatola chiusa. Si, usai il caro vecchio metodo ormai totalmente abbandonato di comprare un ciddì basato solo su sporadiche recensioni lette, sentito dire, ed hype generale. Niente Last F.M./download preventivo/amico che ti passa il cd. Mai acquisto al buio fu più gradito. Gli At The Drive-in nascono a El Paso ( cittadina texana al confine con il Messico) nel 1993 e dopo un paio di ep pubblicano il loro primo album "Acrobatic Tenement", il quale mostra già chiaramente quali siano le influenze del combo capitanato dal trittico Cedric Bixler-Zavala (voce), Omar A. Rodriguez-Lopez (chitarra) e Jim Ward (chitarra). Fugazi, Drive Like Jehu, Black Flag per quanto riguarda la loro anima più hardcore; Stooges, MC5 e Led Zeppelin (sentite come si evolve la voce di Cedric) per il resto. Ad "Acrobatic Tenement"- che rimane comunque un gran disco- segue quello che é il loro primo capolavoro "In/ Casino/Out" nel 1998, che li vedi ergersi a protagonisti della scena post-hardcore/emocore (quello vero, odio doverlo sempre specificare) di fine anni 90. Nel 1999 esce il bellissimo ep Vaya, dove potete trovare 198d a mio parere una delle più belle canzoni scritte dai cinque texani. Questo è solo il preludio a quello che succederà un anno dopo. Finalmente tutte le influenze espresse nei dischi precedenti che a turno si succedevano, prevaricando l'una sull'altra confluiscono in un unica grande opera: "Relationship Of Command". Hardcore, Funk, Punk, Emo, Progressive, Classic Rock e chi più ne ha più ne metta, definiscono quello che é stato l'album che più ha influenzato la scena alternativa americana e mondiale del nuovo millennio. Nemmeno sto a descrivervi ogni singola canzone (anzi proprio non mi và) vi dico solo che dopo aver sentito questo disco vedrete tutti quelli che continuano a bla-bla-blare di post-hardcore e del significato di Emocore come dei poveri ignavi. A meno che non abbiano sentito quest'album, il che li renderebbe persone degne della vostra più completa attenzione. Per quei pochi che non conscono la situazione vi dico subito che nel 2001 la festa è finita. Infatti in seguito a vari malumori tra il cantante Cedric e il chitarrista Jim ( senza contare il celebre dispotismo in sala di registrazione del buon Omar) gli ATDI si sono sciolti, dividendosi in due band comunque eccellenti, entrambe presenti qui su Audiolesi. Gli Sparta di Jim Ward e i Mars Volta del riccioluto duo Omar/Cedric. Fichissimi tutti e due, eh!

Ma non è la stessa cosa.


Tracklist:
1. Arc Arsenal
2. Pattern Against User
3. One Armed Scissor
4. Sleepwalk Capsules
5. Invalid Litter Dept.
6. Mannequin Republic
7. Enfilade
8. Rolodex Propaganda
9. Quarantined
10. Cosmonaut
11. Non-Zero Possibility
12. Catacombs

;-)

5 commenti:

xandreax ha detto...

MADONNA!

xandreax ha detto...

Ah, se vuoi fare il perfettino, ci sarebbe da mettere il link per gli sparta che stanno su audiolesi..

Freds ha detto...

eeeh lo so lo so, ma non so per quale motivo non me lo linkava, mo ci riprovo...

xandreax ha detto...

mesà che questo è stato il duecentesimo post? perfetto!

Regular John ha detto...

senza alcun dubbio, relationship of command è uno dei miei tre dischi preferiti. quali siano gli altri due, non lo so. ma questo c'è, di sicuro. IL disco.

Related Posts with Thumbnails