back to top

20090803

ALCEST - SOUVENIRS D'UN AUTRE MONDE (2007)


Devo ricredermi! Sto scoprendo che in Francia non esistono solo le baguette e le puttane di lusso del Moulin Rouge, ma anche buona musica! Ritorno a parlare di Black Metal (così chi legge fino a qua spegne il computer e scappa, perché è noto che il black metal alla maggior parte della popolazione mondiale fa cagare). Però stavolta di black metal non c'è proprio nulla.. Mi spiego. Alcest è un gruppo black fondato nel 1999. Dopo varie vicissitudini il nome Alcest è rimasto a rappresentare un solo individuo, tale Neige, e un sogno. Un sogno perché Souvenirs d'un Autre Monde riguarda interamente le fantasie di un bambino (Neige per l'appunto) in contatto con una terra fatata. Ora non so che gli davano da piccolo per farsi questi viaggioni, ma la one-man-band è totalmente incentrata sui ricordi di questa terra, e il tutto è trasposto in 6 pezzi a metà tra il post-rock e lo shoegaze. Quindi begli arpeggi + muro di chitarre effettate + voce sognante.
Quindi se vi sono piaciuti gli Amesoeurs, ma non vi è però piaciuto il loro lato depressivo/black, allora Alcest vi piacerà di sicuro. La cricca è la stessa, tanto che la cantante del suddetto gruppo ha prestato anche la voce su Souvenirs d'un Autre Monde.
Vive la France!

01. Printemps emeraude
02. Souvenirs d'un autre monde
03. Les Iris
04. Ciel errant
05. Sur l'autre rive je t'attendrai
06. Tir Nan Og

;)

3 commenti:

Freds ha detto...

alla riscoperta di baguettolandia

Regular John ha detto...

bene! bravo! curiosità altissima + contentezza per la riscoperta della transalpinità

Regular John ha detto...

lo sto ascoltando or ora... splendido.

Related Posts with Thumbnails