back to top

20090819

CITY AND COLOUR - "SOMETIMES" (2005)


Gli Alexisonfire sono una delle migliori band per quanto riguarda un certo tipo di post-hardcore "melodico" sicuramente non molto apprezzato dai puristi(se mai possano esistere dei puristi nell'immenso calderone post) del genere. Loro però si differenziano con strutture ai limiti del classico punk rock e la voce dello screamer ormai similissima a quella del mai troppo rispettato Henry Rollins. Gran parte di questo successo è dovuto senza alcun dubbio alle qualità del chitarrista/cantante/mente della band, il buon Dallas Green che con questo disco( dopo un ep contenente comunque pezzi presenti anche qui) decide di mettersi in proprio esplorando i territori dell'acustico più semplice e minimalista: chitarra, voce soave, e qualche tocco di pianoforte mai invasivo (al contrario del seguente "Bring me your love" (2008) arricchito con vaste influenze pescate nel folk americano). Un ascolto consigliato nelle ultime giornate d'estate, in attesa dell'imminente autunno. Immersi nei ricordi.

Tracklist:

  1. Off by Heart
  2. Like Knives
  3. Hello I'm in Delaware
  4. Save Your Scissors
  5. In the Water I Am Beautiful
  6. Day Old Hate
  7. Sam Malone
  8. Comin' Home
  9. Casey's Song
  10. Sometimes (I Wish)
;-)

5 commenti:

Regular John ha detto...

sto in fissa con "Bring Me Your Love"

Freds ha detto...

si pure io, per questo sembra più "spontaneo" musicalmente parlando. BMYL è più costruito (ma spacca, intendiamoci)

Regular John ha detto...

scaricherò e confronterò. in ogni caso, good stuff man.

xandreax ha detto...

questo disco è di graaaaaaaan lunga migliore di bmyl, almeno sotto il punto di vista emozionale.. alcuni testi mettono i brividi da quanto sono belli. è veramente "core" non nel senso di hard-. lo aspettavo su audiolesi.. sennò l'avrei postato io.. veramente tanto di cappello al vecchio dallas!

Freds ha detto...

viva il core, abbasso il cor

Related Posts with Thumbnails