back to top

20090801

FACE THE FACT - ROMEO AND JULIET ARE NOT DEAD (2003)


Vi presento i Face the Fact. Gruppo capitolino scioltosi ormai da un paio d'anni ma inattivo da molto più tempo. Un gruppo innovativo e che fu di influenza a parecchie band italiane successive (tipo gli Edward's Hand, a breve su Audiolesi). Innovativo per il tempo in cui fu concepito questo concept. Hardcore? Metal? Boh! Probabilmente sono stati i primi in Italia a portare questa nuova ondata di Hardcore ultranewschool. L'ep si compone di 5 pezzi. L'ultimo è una bonus track (che fa cagare) e il primo è un intro. Quindi i pezzi sono 3. Ma se posto questa chicca è solo per il capolavoro che è The Night, quarto pezzo, ovvero l'ultimo che chiude la storia. Ci troviamo davanti ad un pezzo mastodontico con un arrangiamento struggente che nel finale entra acustico per poi esplodere a ripetizione "n" volte giusto per far durare abbastanza la pelle d'oca. Emozionante! Non vi sto nemmeno a dire cos'è stato il farewell show.. E' stato chiuso proprio con questo pezzo, era estate, al chiuso in un buco di locale, l'aria era pregna di sudore e lacrime e la folla continuava a gridare le ultime parole "Hand in hand!". E' inutile che vi dico ciò, è stata un'emozione grandissima che non si può spiegare a parole. O c'eravate e stavate in fissa con il gruppo e con quello che hanno dato alla scena o non potete capire, mi dispiace..
Comunque accaparratevelo perché in giro non si trova più in quanto oramai fuori stampa (e io gli ho comprato l'ultima copia al conerto muhahaha!).

ps. dalle ceneri dei Face the Fact poi sono nati i To Kill, band hardcore romana che ormai si sta affermando mondialmente, quindi se il timbro vocale svociato vi ricorda qualcosa ecco svelato l'arcano.

01. The dusk [prima luce]
02. The day [for her who limp]
03. The sunset [Romeo and Juliet are not dead]
04. The night [between me and you]
05. The safe place (feat. Point of No Return) (bonus track)

;)
PASSWORD: strenght

10 commenti:

robertotad ha detto...

probabilmente il mio disco italiano hardcore preferito (sicuro fra i primi), uno dei primi gruppi hc che ho ascoltato in vita mia, pensavo qnd avevo 16 anni che fossero californiani, poi ho scoperto che ciccio fu un loro batterista....disco strappacuore, lo ascolto a ruota tutt'ora, ho il vinile e ne vado fiero più della mia vita, entusiasmante, capolavoro, però anche the day spacca, ma è the night che ha reso me ciò che sono adesso...bravo andrea, pagherei centinaia d'euro per poterli vedere...ma so che è impossibile

xVelleiox ha detto...

in effetti so fighi da morì...però mo da qui a dire che so il migliore gruppo italiano ce ne passa...percarità so stati innovatori in molte cose e coraggiosi in molte altre,ma questo non significa che siano stati i migliori in italia...e i purifiactions?i the miracle?i the king?i kafka?...de gente che j'ha rotto il culo ce n'è pure parecchia...sicuramente però sono stati degli innovatori in molte cose...

xVelleiox ha detto...

ps:il vinile è ancora rintracciabile andrè...se vuoi te lo rimedio...

Freds ha detto...

io c ero!

Freds ha detto...

p.s e nemmeno me lo meritavo datom che li conoscevo solo da qualche mese

robertotad ha detto...

sì sì sicuro che ci so stati un frego de gruppi più importanti, io però parlo più da un punto di vista affettivo perchè nel primo periodo che mi avvicinai all'hardcore fu tipo il secondo o terzo disco che ascoltai in assoluto del genere!

xandreax ha detto...

vero tutto. è the night è stata la prima canzone che ho avuto sul profilo di myspace a 17 anni.. ahahah quindi per me so stati di base a tutto. logicamente il miglior gruppo italiano sono i la quiete:P (e mo ci stanno i gold kids che si stanno dando da fare..)

Regular John ha detto...

ti dico solo che "E' inutile che vi dico ciò" è una bestialità grammaticale.

Regular John ha detto...

amico del sole, richiede la password per scaricare!

xandreax ha detto...

licenza poetica

Related Posts with Thumbnails