back to top

20090508

BLACK FLAG - NERVOUS BREAKDOWN (1978)


Questo cortissimo Ep di 4 pezzi é LA storia del punk-rock. Si, perchè i Black Flag sono stati uno dei gruppi più influenti, intensi, sgobboni, DIY degli ultimi 30 anni. Registrato, mixato, masterato, stampato con mille dollari di spesa totale è il primo lavoro della band di Hermosa Beach, California, con alla voce Keith Morris, futuro cantante dei Circle Jerks(sostituito prima da Dez Cadena e poi dall'intramontabile Henry Rollins). La furia, la rabbia sono a livelli fuori controllo, così come bassa è la qualità della registrazione finanziata da Gregg Ginn, chitarrista e mente della band, grazie ai guadagni della sua azienda di elletronica la Solid State Transmitter poi re-inventata come casa discografica la SST( l'ep infatti e l'SST 001, il primo mai prodotto). Risse furibonde e gravi problemi con le autorità segnarono questa prima fase dei BF, che essendo uno dei primi gruppi ad uscire dai confini del proprio stato, cominciò a diffondere la cultura Hardcore ai kids lungo tutti gli stati uniti. Non c era più spazio per i Punk trentenni con la pettinatura alla Bowie e il trucco, una nuova generazione di giovani incazzati e disillusi stava nascendo e tutto questo grazie a primi tentavi di Keith alla voce, Gregg alla chitarra, Chuck Dukowski al basso e il clandestino, disertore colombiano Robo alla batteria (il quale ha suonato ovunque e per anni con i Flag senza aver mai avuto uno straccio di carta verde e documento in regola, mito assoluto).

Tagliando corto, questo Ep sta al Punk Hardcore come La Genesi sta alla Bibbia.

Lunga vita ai Black Flag.

(Dedicato allo Zio Mammo)

Tracklist:

1. Nervous Breakdown
2. Fix me
3. I`ve had it
4. Wasted

;-)

2 commenti:

Regular John ha detto...

viva lo Zio Mammo

xandreax ha detto...

Prevalga lo Zio Mammo

Related Posts with Thumbnails