back to top

20100211

THE ROLLING STONES - SOME GIRLS (1978)


La gnocca. Ecco il perno su cui ruota circa il 70% delle liriche dell'iguana del rock (ah no quello era Iggy Pop), del ramarro marrone del rock Mick Jagger (aka "L'uomo con la bocca più capiente del mondo"). Questo disco è spettacolare, l'ho conosciuto da pochissimo e attulmente ci sto in fissa. Il nostro giuggiolone Jagger canta l'amore a 360°, dai bassi istinti animaleschi nei confronti di una baffuta campagnola dell'Iowa che la dà a tutti i camionisti che passano fino ad arrivare a qualche accenno di sentimento ("I miss you"). Il tutto imbevuto in una litrata di whiskey e in chissà quale droga. Perchè, come mi faceva notare il mio amico Jakub, "i Beatles erano dei fighetti, quando ebbero la svolta psichedelica Jagger & Co. si drogavano abbestia e scrivevano testi espliciti già da un bel pezzo". I Beatles, dunque, come proto-boyband? Può essere... Ad ogni modo, non ho mai capito perchè gli Stones facessero di tutto per sembrare americani, sebbene non lo fossero. Forse era solo per distinguersi dai Beatles...


"I want you to make love to me, baby"

01. Miss You
02. When the Whip Comes Down
03. Just My Imagination (Running Away With Me)
04. Some Girls
05. Lies
06. Far Away Eyes
07. Respectable
08. Before They Make Me Run
09. Beast of Burden
10. Shattered

2 commenti:

Regular John ha detto...

anticipo sul tempo robertotad: "beatles e rolling stones, quanta rivalità"

xandreax ha detto...

sul video jagger sembra luke skywalker ahahah

Related Posts with Thumbnails