back to top

20100220

BURZUM - BELUS (2010)


Sinceramente non so come iniziare questo post.. Avevo pensato di elogiare la figura di Burzum aka Varg Vikernes per prima; oppure di dire che sto scrivendo tutto ciò perché ho trovato il leak della sua ultima fatica, che uscirà l'otto marzo (secondo me perché è dedicato a tutte le donne). Poi ho pensato che bastava iniziare dicendo che Burzum è una figura sottovalutata dalla massa. Tutti pensano alla sua musica e a quello che ha fatto (esatto, l'omicidio di Euronymous dei Mayhem e l'aver bruciato qualche chiesa), e per questo viene additato come semplice merda. Fermatevi un attimo e guardate oltre. Nessuno se ne è ancora accorto? Burzum è uno dei più grandi comici di sempre. Ci sarebbe da scrive pagine e pagine. Sì, è un comico. Leggetevi le sue avventure (ahahah), la storia del gruppo, le rivelazioni riguardo l'omicidio di Euronymous, la sua presunta innocenza e così via. E' affascinante.
Musicalmente parlando, se Varg non fosse stato in carcere per tutto questo tempo e non avesse fatto tutte le sue porcate, probabilmente la sua roba non sarebbe uscita dalla Norvegia e si sarebbe spento a metà anni '90. Però ha saputo improvvisare nella vita, ed ora ha un seguito abnorme. Ha anche registrato due dischi in carcere, con il solo ausilio di una tastiera (perché altro non gli veniva concesso), che fanno cagare di brutto.. Però è tornato. E' uscito l'anno scorso dal carcere dopo 16 anni e ha registrato un nuovo disco. Lo sto sentendo ora. Dico la verità, niente di che.. Pensavo che essendo nel 2010 avesse cambiato qualcosa.. Probabilmente è rimasto al 1994 con la testa, quindi il disco suona perfettamente come se fosse uscito in quegli anni. Cioè raw abbestia, con i soliti pezzi lunghi una cifra e senza cambi..
Per chi vuole avere un'infarinata generale, leggetevi la pagina di Wikipedia. Se invece avete un sacco di tempo e volete farvi quattro risate, leggetevi la storia raccontata da Varg in persona. Sono 13 parti. Io non mi ricordo nemmeno se l'ho letta tutta, perché se l'ho fatto ormai è passato troppo tempo, però sono sicuro che la parte più interessante è la seconda, che parla dell'omicidio.
Buon divertimento.

Ps. Il disco, a differenza di quello che si potrebbe pensare, cioè Burzum=satana+razzismo+nazismo+misoginia, è un concept sul dio Belus. Niente religione/politica perciò.

01. Leukes renkespill (introduksjon)
02. Belus' død
03. Glemselens elv
04. Kaimadalthas' nedstignin
05. Sverddans
06. Keliohesten
07. Morgenrøde
08. Belus' tilbakekomst (konklusjon)

;) (via http://thefinaltragedy.blogspot.com/)

7 commenti:

g. ha detto...

grazie! ero un suo fan ai tempi di Filosofem e non sapevo fosse tornato! uhahaha che paura

Freds ha detto...

anch io conosco solo filosofem, ma sono curiosissimo ahah

Regular John ha detto...

pure io lo trovo estremamente divertente. solo che in vita mia ho sentito solo un disco ambient che ha G., bisogna che approfondisca.

LoMerz ha detto...

burzum è così invasato che fa tenerezza, come il black metal in generale. infatti i gorgoroth mi stanno simpaticissimi, magari ci scrivo il prossimo pezzo per l'audioposta...

Regular John ha detto...

ti prego fallo

xandreax ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
xandreax ha detto...

ahahah mi aggiungo. i gorgoroth fanno troppo ride!

Related Posts with Thumbnails