back to top

20110104

PLAYLIST 2010 (REGULARJOHN)

A qualche giorno dall'inizio del 2011, nella migliore tradizione narcisistico-egocentrica della crew di Audio_lesi, mi appresto a postare la mia personale classifica dell'annata musicale appena trascorsa, ben sapendo di essere sul punto di imbattermi in angoscianti problemi di layout.

BEST OF 2010:

1. envy - "recitation"
Struggente, appassionato, stavolta perfino un filo speranzoso. Opportuno gridare al capolavoro. Per me il miglior disco dell'anno appena passato, senza ombra di dubbio.

2. Adebisi Shank - "This Is The Second Album Of a Band Called Adebisi Shank"
Il math-rock nella sua forma più riuscita, da torcicollo ogni volta che lo si ascolta. Tra poco sarà stampato da Sargent House.

3. The Books - "The Way Out"
Karmico, fantascientifico, informatico. Sperimentale, originale, compiuto. Sei, pertinenti, aggettivi.

4. Verme - "(Un Verme Resta Un Verme)"
Quando uno dice "musica fica", dice "Verme". Il secondo EP è clamoroso, ma questo esordio prevale su tutto. Viva la béla Italia.

5. heaven in her arms - "幻月"
La schizofrenia in musica. Una bomba.

6. Alcest - "Écailles De Lune"
Neige se ne esce con un disco al livello di quello d'esordio. Tornano le fate, gli elfi, le foreste incantate. Sognante.

7. Kvelertak - "S/T"
Hardcore + southern + black metal. Però in Norvegia: di mezzo c'è, come ovvio, tutto il Valhalla.

8. Uochi Toki - "Cuore Amore Errore Disintegrazione"
I migliori testi dell'anno appena trascorso; musicalmente, ciò a cui siamo abituati. Arguto e cinico.

9. Red Dead Redemption Original Soundtrack
Quando un uomo con la pistola incontra un uomo con il fucile, l'uomo con la pistola è un uomo morto.

10. Best Coast - "Crazy For You"
Giovani fidanzati + biciclette sulla spiaggia + polaroid color seppia + gatti + fiumi di droga. Dolcissimo ed accattivante.

11. mudy on the 昨晩 - "pavilion"
Math-surf strumentale dal Giappone. Un ascolto recente che mi ha colpito subito moltissimo.

Quest'anno va di moda la droga. Acid garage registrato col culo. Da paura, però.

13. Team Teamwork - "Vinyl Fantasy 7"
Hip-hop videoludico. Altro splendido lavoro dopo l'indimenticabile "Ocarina Of Rhyme".

CIÒ CHE HO SENTITO NEL 2010 CHE NON ERA DEL 2010, MA FICO:


Mass Of The Fermenting Dregs - "S/T" (2008)
Indierock del Sol Levante. La voce femminile cattura il cuore.

As Meias - "S/T" (2004)
I protagonisti di un'indimenticabile concerto a Shibuya. 5 tracce una meglio dell'altra.

Colonna sonora dei mesi di gennaio-febbraio. Ci manchi, Rocky.

Samiam - "Astray" (1997)
Avere quarant'anni e fare l'emo fico.

The Pains Of Being Pure At Heart - "S/T" (2009)
Frivolo, superfluo e risentito. Poi però ti ritrovi ad ascoltarlo spesso.

ESSERE AUDIOARTISTI NEL 2010:



3 commenti:

xandreax ha detto...

che bomba sentirsi la stessa roba!!

Regular John ha detto...

ora attendo con ansia le playlist di freds/robertotad/G.

siate solerti

Freds ha detto...

la mia è uguale alla vostra :P

Related Posts with Thumbnails