back to top

20090422

RED SPAROWES - "AT THE SOUNDLESS DAWN" (2005)


Cari lettori Audiolesi, comincerò con un semplice assunto: il post-rock strumentale è fantastico. Partendo da un simile ed altresì incontrovertibile presupposto, gli ascoltatori di gruppi quali Mono, Explosions in the Sky, This Will Destroy You, Appleseed Cast, Mogwai e compagnia bella farebbero bene a procurarsi il disco che vi sto proponendo: "At The Soundless Dawn" dei Red Sparowes, risalente al 2005. Questo album contiene tutti gli elementi che fanno del post-rock strumentale la estrema ficata, per usare un linguaggio giovanile, che è: arpeggi di chitarre, crescendo ampii e strappalacrime, suoni possenti, esplosioni distorte, lunghe ed ipnotiche nenie, bassi profondi, il tutto organizzato in brani di durata notevole. Anche qui, anche ora, anche ascoltando i Red Sparowes, sembra che la fine del mondo sia vicina, che le città brucino ed i palazzi crollino, che l'ultimo uomo sulla Terra, circondato dalle macerie della sua specie, urli la sua furia a spettri che non possono più sentire, ai grattacieli silenziosi ancora in piedi dopo l'Apocalisse. Anche qui c'è l'oceano grigio e immenso, spaventoso; anche qui, un sole bianco non scalda a sufficienza le strade abbandonate. "At the Soundless Dawn" è un disco cupo: se nel self titled dei This Will Destroy You (date un'occhiata alle tag a destra), come in molti altri LP del genere, ai momenti più bui seguono fasi rilassate, malinconiche, quasi gioiose, nell'opera oggetto del post che state leggendo è del tutto assente, a mio parere, la dimensione "in maggiore" dell'anima. In fondo è una questione di impressioni: ma io, ascoltando, ho sentito solo una disperata catarsi. Godetevelo, perchè ne vale assolutamente la pena.

Tracklist:
  1. Alone and Unaware, The Landscape Was Transformed In Front Of Our Eyes
  2. Buildings Began To Stretch Wide Across The Sky, And The Air Filled With a Reddish Glow
  3. The Soundless Dawn Came Alive As Cities Began To Mark The Horizon
  4. Mechanical Sounds Cascaded Though The City Walls And Everyone Reveled In Their Ignorance
  5. A Brief Moment Of Clarity Broke Through The Deafening Hum, But It Was Too Late
  6. Our Happiest Days Slowly Began To Turn Into Dust
  7. The Sixth Extinction Crept Up Slowly, Like Sunlight Through The Shutters, As We Looked Back In Regret
;-)

6 commenti:

Freds ha detto...

questa tua recensione mi ha incuriosito al quanto...

Regular John ha detto...

alquanto si scrive tutto attaccato, gojarone

Regular John ha detto...

perchè tutto attaccato si scrive staccato e staccato si scrive tutto attaccato?

Freds ha detto...

guarda che io intendevo che la recensione ha incuriosito il mio amico al (di nome) quanto (di cognome)

Regular John ha detto...

-mi chiamo come lui. all'anagrafe, sì, come lui.
"e perchè ti chiami come lui? che razza di nome sarebbe?"
-beh, mio padre era un grande appassionato dei Beatles, in particolare di John Lennon. Quindi ha deciso di chiamarmi come lui.

rickdog ha detto...

Find more RED SPAROWES in my mp3blog and forum searches:

HERE
and
HERE

Related Posts with Thumbnails