back to top

20100302

RESTLESS WRESTLERS -"DEMOLITION"-(2010)-



Il gusto del "fatto male ad opera d'arte".Questo mi viene in mente ascoltando ma specialmente vedendo suonare i Restless Wrestlers, ovvero l'unico collettivo Dadaista rimasto in vita nel mondo.I loro live sono qualcosa di essenziale per capire al meglio la vita.Man Ray e Duchamp resterebbero esterrefatti e griderebbero con gioia "questa non è arte!", fieri dell'operato della band.Canzoni corte,matte e dense di significato. "Do the Giulio" tratta dell'impassibilità di Andreotti difronte alla domanda sul futuro dei nostri figli, "Pizzetti infernali" invece va contro chi misura la propria cattiveria a lunghezza di pizzetto.Tante altre canzoni non presenti in questo minicd affrontano argomenti scottanti come ad esemprio "Sicuramente la merda", ma una fra tutte citerei "Breakdancing lumberjack", storia di un boscaiolo che, dopo una faticosa giornata di lavoro, scende in paese e sfoggia passi di breakdance."La vita senza la musica è un errore" diceva Nietzschze, "La vita senza i Restless Wrestlers è sicuramente la merda" dico io.

p.s. per restare nel gusto del fatto male ho riproposto in chiave paint quella che dovrebbe essere la copertina di questo gioiello.

Tracklist
1. 1000 pivos
2. Do the Giulio
3. Pizzetti infernali
4. Tombstone piledrive

;-)

3 commenti:

xandreax ha detto...

me ne parlò anni fa angioletto che li aveva visti mesà a roma.. non li ho mai ascoltati. provvedo

Polaretto ha detto...

finalmente la recenzionis!!! :D
evvai!

Non ti scordare della loro canzone "L'ammutinamento della ciurma fantasma" ;)

Regular John ha detto...

o bli te ra triiiii ceeeee

Related Posts with Thumbnails