back to top

20100922

GIVE UP THE GHOST - "BACKGROUND MUSIC" (2001)


Oggi vi posto la mia band hardcore preferita. Ok, va bene, se vogliamo definire i Converge hardcore, ci stanno loro, ma dato che ormai ho deciso che il loro genere è il "Converge", quelli in seconda posizione prendono il trono, nella mia personale classifica tuppatutuppa.
I GUTG (una volta conosciuti come American Nightmare) erano una band di Boston. "Ovvio"- voi mi direte- "l'hardcore del massachussetese impera sul mondo". Bè, vi dico io, nel 2001 quando questo disco è uscito non è che l'accaccì se lo cagassero poi in tanti. Non come adesso per lo meno. E questi mi vanno a tirare fuori un disco, che nel periodo dominato dai tough guy più bulli di sempre, mi parla di cuori spezzati? Un disco così veloce ma allo stesso tempo ultra-introspettivo? Un disco così incazzato, aggressivo, una coltellata nello sterno? E tutto questo senza: "for my family, respect, blabla harcore wigga!" ?
Poi è ovvio che io adesso vada in giardino a costruire un idolo in omaggio a Wes Eisold.

Per la cronaca, questi hanno poi influenzato il 95% delle band odierne. Grazie a Dio, aggiungerei.


Tracklist:

  1. (We Are) - 2:38
  2. There's a Black Hole in the Shadow of the Pru - 2:00
  3. AM/PM - 3:05
  4. Shoplifting in a Ghost Town - 2:51
  5. I Saved Latin - 0:22
  6. Postmark My Compass - 2:15
  7. I.C. You Are Feeling Drake - 2:09
  8. Hearts - 1:03
  9. God Save the Queen - 2:00
  10. Your Arsonist - 2:48
  11. Farewell - 2:22




4 commenti:

xandreax ha detto...

a te te piaciono i wigga

Regular John ha detto...

e i wapanese

xandreax ha detto...

oh fai sempre i post abbestia. non hai messo la tag brutto lello

Freds ha detto...

sistemato

Related Posts with Thumbnails