back to top

20100520

VIOLENT BREAKFAST - NIENT'ALTRO CHE TEMPO (2006)


Ieri sera, riascoltando i Violent Breakfast, che era una vita che non li sentivo, mi sono tornati alla mente tanti bei ricordi. Ho diciamo un legame particolare con loro in quanto sono stati il primo gruppo screamo che ho visto live in vita mia. Era l'inizio di giugno di quando stavo facendo la maturità (4 anni fa) e quella sera sono stato appagato musicalmente manco avessi partecipato a un'orgia. Ero a Perugia per il Libero Pensiero Fuoco Festival, andato appositamente a vedere gli Ingegno e i To Kill. Eh, il tempo corre.. Era appena appena uscito "Il Visionario" degli Ingegno a quel tempo, e lì lo acquistai tra mille gioie. Era anche il periodo in cui i To Kill erano novellini, tanto che al concerto li conoscevamo in 6 (tra l'altro lo sapevate che si sciolgono? (come pure si sciolgono gli Isis? Mannaggia (per gli Isis, no per i To Kill che avevano alquanto rotto le palle))).
Quella sera al ritorno in macchina mi sono anche sentito "You Fail Me" dei Converge per la prima volta. E lì tutto è cambiato. Fattostà che quella sera suonavano pure i Violent Breakfast, mai sentiti. Dico "Chi so' questi co sto nome?". Che stolto fui. Chi poteva sapere che gli screamoboy (ahaha) fossero persone normali alla vista? Salgono sul palco e il batterista facendo il check blasta sul suo rullantino fino fino. E penso "Porca zoccola. Vuoi vedere che sono fichi?". Così assisto a uno spettacolo della Madonna. Tipico, il cantante sale sul palco tranquillo tranquillo con la sua camicia da impiegato e poi ti sbrocca e si rotola a destra e sinistra durante il live, con tanto di strillato senza microfono, giusto per sgolarsi ben bene ma per far capire quanta passion (inglesismo) c'è dietro. Quindi per me dietro ai Violent Breakfast c'è un sacco di roba. Ciò non toglie che sono fichi anche senza roba mia dietro. Stilisticamente possono ricordare in alcuni passaggi gli envy (quelli più vecchi), e per il resto la scuola è quella italiana. Peccato si siano sciolti.

01. Una scatola piena d'inverno
02. Sahara
03. .
04. Gocce d'infanzia
05. Il ritmo delle mutazioni
06. Il ritmo delle mutilazioni
07. Scale
08. Acqua et sole

;) (via http://between-life-and-music.blogspot.com/)

Non lo so dove si compra.

3 commenti:

Freds ha detto...

bellissimo disco. impiegati che sbroccano ftw

林惠萍 ha detto...

IS VERY GOOD..............................

Regular John ha detto...

felice acquisto di iersera

Related Posts with Thumbnails