back to top

20110821

BIFFY CLYRO - "BLACKENED SKY" (2002)

Avete presente quelle magliette che avete da tempo immemorabile e che ancora mettete, magari per dormire o uscire a fare jogging? O quei soprammobili in casa che stanno lì da secoli e che, se si rompessero, sconvolgerebbero un equilibrio altrimenti solidissimo? Magari non ricordate nemmeno da dove vengono, dove li avete comprati, chi ve li ha regalati, ma sono delle pietre miliari che indicano un percorso.
"Blackened Sky" dei Biffy Clyro, per me, ha un po' queste caratteristiche. Loro non li conoscevo, e del tutto casualmente li vidi da adolescente di spalla ai Bloc Party (sì, abbiate pazienza, andava l'indierock fighetto, eravamo tutti tisici e con le magliette a righe, ma ora abbiamo smesso). Un anno dopo me li ritrovai di nuovo davanti, a mia insaputa, quando aprirono ai Queens Of The Stone Age. John Locke direbbe che si trattava di un segno del destino; fatto sta che "Blackened Sky", il loro primo (ed oramai quasi decennale) album, è diventato uno di quei dischi che rimangono, che attraversano indenni gli anni, e tu li guardi con affetto, e loro ti conoscono meglio di quanto fai tu stesso. I momenti belli, quelli più bui, quelli così così, quelli che in fondo il gioco vale la candela, è meglio farseli cantare dai Biffy Clyro.


Tracklist:
  1. Joy.Discovery.Invention
  2. 27
  3. Justboy
  4. Kill The Old, Torture Their Young
  5. The Go-Slow
  6. Christopher's River
  7. Convex, Concave
  8. 57
  9. Hero Management
  10. Solution Devices
  11. Stress On The Sky
  12. Scary Mary

1 commento:

xandreax ha detto...

il primo disco dei bloc party è ancora carino

Related Posts with Thumbnails