back to top

20101126

THE PAINS OF BEING PURE AT HEART - SAY NO TO LOVE (2010)


L'altro ieri i 3/5 di Audio_lesi sono andati a vedersi live i TPOBPAH. I tizi in questione li dovreste già conoscere perché Freds ne parlò qui. Comunque vi rinfresco un po' la memoria facendo una piccola addizione:

The Smiths
+
My Bloody Valentine
+
The Jesus and Mary Chains
+
The Strokes
=
The Pains of Being Pure at Heart

Magari le influenze shoegaze sono più sull'lp piuttosto che su questo 7'', comunque per capirsi indie-pop smielato influenzato dai '90. Forse poca originalità, ma veramente veramente carini e pure bravi live (vabbè, il cantante un paio di stecche l'ha prese, però sono troppo buoni per essere blastati).



01. Say no to love
02. Lost saint

;) (via http://www.google.com/)

BUY IT! $$$

20101124

SAMIAM -"YOU ARE FREAKING ME OUT" - (1997)



I Samiam sono una delle poche testimonianze viventi della bellezza del punk-emocore-grunge degli anni 90.Sebbene abbiano ormai raggiunto gli anta, vi assicuro, e credo di parlare anche a nome dei compagni di concerti regularjohn e xandreax, che sul palco riescono a fartela prendere parecchio a bene.Suonano infatti con un'energia che solo ad una certa età riesci ad ottenere, quella giusta per fare l'emo vero nel 2010.
Tracklist:
1. Full On
2. She Found You
3. Factory
4. Ordinary Life
5. If You Say So
6. Good Enough
7. Mr. Walker
8. My Convenience
9. Charity
10. While You Were Waiting
11. Nothing New
12. Out Of My Mind
13. Cry Baby Cry - (Beatles cover)

;-) via http://noisecomplaint.blogspot.com/2008/01/samiam-you-are-freaking-me-out-1997.html

Credo sia esaurito.Se vuoi sostenerli compra il download qui $$$.

20101120

TITUS ANDRONICUS - THE AIRING OF GRIEVANCES (2008)


Un po' di parole per descrivere i Titus Andronicus:
Barba. America. Indie. Simpatici. Punk. New Jersey. Folk. Ripetitivi. Anthems. Cori. America. No Future. Losers. America. Bravi Live. Però Suonano Troppo. Festa. Presa A Male. Roots. America. America. America.



Ps. Il video è del nuovo singolo tratto dal nuovo disco. Il pezzo è fico però posto il primo album perché l'ultimo è veramente troppo lungo.

Pps. Le copertine per "The Airing of Grievances" sono due e non so perché (che una sia per la versione cd e una per quella lp?). Qui c'è l'altra.

01. Fear and loathing in Mahwah, NJ
02. My time outside the womb
03. Joset of Nazareth's blues
04. Arms against atrophy
05. Upon viewing Brueghel's "landscape with the fall of Icarus"
06. Titus Andronicus
07. No future part I
08. No future part II: the day after no future
09. Albert Camus

;) (via http://mikeveeeeee.blogspot.com/)

Buy it

20101118

SANREMO FESTIVAL IN JAPANESE




EDIZIONE STRAORDINARIA!!!
SANREMO 2011. NEL PAESE SALE LA FEBBRE COPROFAGA
Anche quest'anno nella ridente cittadina ligure si celebrerà come ogni anno, ormai da sessant'anni, il supremo banchetto musical-sebaceo con il quale ci nutriremo con indiscusso gusto (per citare gli Uochi Toki che, ribadisco, dovrebbero mandare una loro canzone a Gianni Morandi). Vi dedico allora questa chicca musicale che so farà piacere a molti di voi. Ci sono tutti i classici di Sanremo cantati in Giapponese. La tracklist la potete apprezzare in tutta la sua imperitura bellezza qui sotto. Un grazie al bel blog EasyMusic che ci dona sempre tante belle cose. Ciao Gianni!


20101114

AUDIOPOST@ - UOCHI TOKI - CUORE AMORE ERRORE DISINTEGRAZIONE (2010)



Con grande stupore misto a piacere torno a controllare la casella audioposta(chiocciola)gmail(puntocom) e chi ti ritrovo? Il buon LoMerz che ci parla dell'ultimo disco degli Uochi Toki, l'ultimo dei gruppi veramente genuini che ci sono rimasti in Italia. Non vedo l'ora di vedere Napo e Rico sul palco dell'Ariston. Lancio dunque una petizione per avere gli Uochi Toki a Sanremo 2012! (brividi di paura autentica)

ps lo sapevate che Napo ha un suo account Flickr dove posta tanti simpatici disegnini? Io lo seguo da un bel po', da quando era ancora su blogger

Segue la recinzione del buon LoMerz:


Sin dalla sua alba, l'uomo si è posto degli interrogativi che – ad ammetterlo ci si deprime – a distanza di milioni di anni sono rimasti tali, salvo i casi in cui le grandi speculazioni intellettuali (nonché intellettualoidi) hanno abbindolato una grande, enorme percentuale delle unità appartenenti alla razza umana plasmando così un mondo succubo a pochi poteri ben accentrati che impiegano rami periferici con peculiarità nulla più che rappresentative di una libertà di scelta che – manco a dirlo! - altro non è che l'ennesima illusione.
Una citazione a caso:

Milioni di libri scritti su ogni concepibile argomento da tutte queste grandi menti, e alla fine nessuno di loro sa più di me sui grandi misteri della vita. Ho letto Socrate, sapete? Schiappettava i ragazzini greci; che diavolo ha da insegnare a me?

Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo e perché siamo, veniamo ed andiamo. Queste non sono domande, ma tormenti che hanno frustrato l'uomo da sempre e l'hanno spinto a credere nelle più bizzarre teorie, nessuna delle quali può essere appurata come vera né falsa. Vivere ed emergere dall'oscurità, risalire verso la coscienza, sia essa pure parziale, di sé e del mondo è una fatica intollerabile che necessita di un supporto esterno, interno, spirituale, parascientifico. Forse da qui è nata la magia, un modo per capire e vivere in simbiosi con gli altri e con il mondo. Ed è proprio la magia, l'essere mago, il contatto significativo che il mago vuole esercitare sul mondo il tema centrale del nuovo disco dei Uochi Toki (che non devo presentare, vero?). C'è in questo un intento esoterico, un'espressione che decanti forze ancestrali pre-umane? No, affatto! Anzi, probabilmente sì, perché per avere un sano contatto con la vita essoterica, con le persone comuni, per dare luogo ad un libero scambio di idee con esse è davvero probabile che l'unico mezzo che dia adito a questo sia di natura esoterica, ciò preclude un indispensabile nutrimento che consenta un'attenta osservazione, rilevazione che trasli l'uomo essoterico ad un livello superiore, financo super-uomo.
Con Cuore Amore Errore Disintegrazione, i Uochi Tochi proseguono la loro strada aperta non già con il precedente (cupo, introspettivo) Libro Audio, ma con l'ottimo La Chiave Del 20, un concept album registrato insieme agli Eterea Postbong Band nell'ormai lontano 2007. Quest'anno hanno raggiunto la vetta, la piena maturità; stupiscono, fanno clamore, fanno pensare. Le liriche di Napo sono eccellenti, originali, quasi rivelatrici, e trascinano in un percorso tortuoso in cui il baluginio della luce solare confonde le forme ed i ruoli e rasserena solo per poi scuotere maggiormente fino a condurre allo stato definitivo: l'astrazione quantica.
Ma non si sottovaluti la base, un lavoro eccezionale non secondo ai testi. Il dj (di cui, non me ne voglia, non non conosco il nome) attinge dai migliori Autechre, dal genere grime, (post-) dubstep e fraziona l'aritmetica come Jackson Pollock.
Il disco è da 10 su 10 e già lo candido tra i migliori (se non IL migliore) dell'anno.
Ma alla fine il dubbio resta: l'uomo omologato e l'uomo indipendente riusciranno mai a trovare un punto d'incontro? La realtà sconfiggerà gli audaci.



Potete apprezzare anche la tracklist:
1. Appena risalito dall'abisso,
2. Mi sveglio da straniero in un luogo mai visto prima, tuttavia,
3. Dato che per me è naturale trovarmi spaesato nei non-luoghi,
4. Mi basta udire delle voci lontane per sentirmi a casa ovunque,

5. Permettendomi artifici spontanei,
6. Gettandomi in ambigue immedesimazioni non richieste ma richieste,
7. Violando le conseguenza che la violazione dei sacri limiti tra due persone comporta...

8. … No, sto sbagliando in qualcosa, il nervoso ed il quieto si alternano freneticamente
9. Dando origine al più incomprensibile dei mali
10. Che mi esaspera fino ad esplodere in realtà molteplici “adesso”.


LO PUOI COMPRARE QUI! PROPRIO QUI!


20101112

1994! - FCKYRHED (2010)


Fichi i 1994!! (un punto esclamativo è di esclamazione.) Math-rock (-core direi, ma troppo lontani dalla roba alla Dillinger Escape Plan, perciò lascio -rock) freneticissimo e preso a bene. Fichi perché fanno roba che si potrebbe avvicinare agli Algernon Cadwallader, ma molto molto più dyi, soprattutto per la voce lontanissima e per la registrazione semi-raw, seppure buona. Freneticissimi perché il riffage incastonato con la batteria lascia poco tempo per riprendere il fiato. E presi a bene perché sono presi a bene. Nota in più: sono solo in due e suonano dentro le case. Per chi non avesse capito, fichi!

Ps. non mi fa mettere il punto esclamativo nella tag :(

01. King Kong stompin man
02. Shut up the fuck up
03. Aknowledge the rage
04. Luke gone Reidy
05. Thank all you guy helping
06. Damn you's
07. A+ brain

;) (via http://itsachugknocklife.blogspot.com/)

Compra tutto il comprabile dal loro myspace $$$!

20101110

AUDIOARTISTI: ALDRIN - "LA ROQUE" (2010)

Con colpevole ritardo e raggiante entusiasmo, gli Aldrin presenti su Audio_lesi, vale a dire RegularJohn e Robertotad (uniti per l'occasione nella figura mitologica che risponde al nome di RegularTad), vi presentano "La Roque". Per l'occasione, due mini-recensioni personali:

Robertotad: Seguite la saggezza dei vecchi, ascoltate "La Roque" per trovare la strada giusta. Ma "La Roque" non lo trovi nei normali negozi di dischi, devi scaricarlo qui o contattare il gruppo per averne una copia vera e propria. Viva La Roque italiana.

RegularJohn: Seguendo un corso d'inglese online, ho scoperto che "rock" significa "pietra". Infatti è musica dura. Dopo la rock, però, arriva La Roque. E stavolta, ogni tanto, si può pure fare sing-along.

Scaricate, masterizzate, diffondete e fateci sapere cosa ne pensate.

Tracklist:
  1. La Roque
  2. Hasbro
  3. The Cherenkov Effect
  4. Anakin
  5. Antarcticake
  6. Zero
  7. Eurasia
;-) sulla nostra pagina Jamendo
SE COMPRARE LO VUOI PUNTO COM/ SCRIVICI A aldrinband@gmail.com

20101103

CAP'N JAZZ - "SCHMAP'N SCHMAZZ" - (1994)



Il vero titolo di questo disco è "Burritos, Inspiration Point, Fork Balloon Sports, Cards In The Spokes, Automatic Biographies, Kites, Kung Fu, Trophies, Banana Peels We've Slipped On and Egg Shells We've Tippy Toed Over", ma non c'entrava sul titolo del post,quindi ho scritto l'altro modo con il quale questo album è riconosciuto.Quando si dice vizio di famiglia.Già perchè alla voce di questa band troviamo Tim Kinsella fratello del grande Mike, batterista in questa occasione.Il disco è bello,spensierato,urlato,veloce ed Emo, quindi emocore.
Emo dunque sono.
Tracklist:
1. "Little League"
2. "Oh Messy Life"
3. "Puddle Splashers"
4. "Flashpoint: Catheter"
5. "In The Clear"
6. "Yes, I am Talking To You"
7. "Basil's Kite"
8. "Bluegrassish"
9. "Planet Shhh..."
10. "The Sands Have Turned Purple"
11. "Precious"
12. "¡Qué suerte!"

;-) via http://cantdrawtosave.blogspot.com/2010/06/capn-jazz-burritos-inspiration-point.html


Il disco non si trova.Si trova solo il best of con tutte le canzoni che hanno fatto. $$$
Related Posts with Thumbnails